Lettera del Presidente Andrisani alla Comunita’ Materana

Carissimi,

spero, innanzitutto, che questa missiva Vi pervenga in un momento di serenità della vostra vita.

Certamente l’emergenza sociale, che ha investito anche la nostra piccola Comunità, è un motivo di ansia e preoccupazione per un mondo in difficoltà, sopratutto per le nuove generazioni.

Sappiamo, però, da ricordi ormai sbiaditi dal tempo, ma ancora vividi nella memoria, che, in questa terra così bella per l’asprezza del suo paesaggio e così struggente per l’altera e dignitosa sobrietà delle generazioni che ci hanno preceduto, vive una gente abituata al sacrificio e alla durezza della vita. Una gente semplice nell’aspetto, ma nobile nel cuore e nell’anima; umile nei comportamenti, ma aristocratica nei sentimenti; silenziosa e austera, ma anche ospitale e generosa.

Su questa eredità, dovranno innestarsi la volontà e la determinazione dei nostri giovani, che si affacciano alla vita con ottimismo e fiducia per attuare una progettualità spesso così difficile da realizzare.Una comunità, la nostra, “naturaliter religiosa”, che si accoglie intorno alla Beata Vergine della Bruna per trovare sollievo alle proprie afflizioni e a cui affidare sogni e speranze per il futuro.

Ed è per questo che l’Associazione Maria SS. della Bruna, richiamandosi a quei valori storici ed etici, che ci sono stati tramandati dai nostri avi, si prefigge di avere un ruolo determinante, non solo per la città di Matera ma anche per i Comuni dell’Arcidiocesi, ponendosi a servizio della comunità nell’intento di apportare fiducia e serenità.

L’obiettivo che si vuole raggiungere con il nostro progetto “CAMMINARE INSIEME” è quello che veda la nostra città protagonista nello scenario internazionale. Da secoli, il “giorno più lungo” della Città dei Sassi è il Due Luglio, che tutti aspettano con ansia e trepidazione, allorché la città è investita da una gioia irrefrenabile, lungamente attesa per tutto l’anno, in cui si susseguono momenti di follia e devozione, luminarie e preghiere, assalti e sacralità. Ed è questa la gioia che noi vorremmo regalare in occasione dei festeggiamenti – Edizione 2014, sia a voi tutti che ai tanti visitatori e turisti entusiasti della nostra “FESTA”.

Siamo sicuri che il nostro programma “VOLARE ALTO” fungerà da volano per imporci agli occhi del mondo, per fede, religiosità e moralità; il nostro impegno è quello di preparare la 625ª edizione dei festeggiamenti ancora più ricca di momenti religiosi, culturali e folkloristici, che possano consentire alla città di Matera di salire sul gradino più alto per fregiarsi del riconoscimento di CAPITALE EUROPEA DELLA CULTURA – ANNO 2019.

Per realizzare tutto questo è necessario la sinergia delle energie e delle intelligenze di tutti; perciò vi saremo grati del vostro apporto di IDEE ed ESPERIENZE; siamo disponibili ad incontrarvi nella nostra sede operativa – Piazza Vittorio Veneto (Palazzo dell’Annunziata), gentilmente concessa dall’Amministrazione Provinciale di Matera, tutti i giorni, nelle ore serali.

A presto, dunque; con gli auguri di Buon Natale e Felice Anno 2014

Mimì ANDRISANI

Il Comitato ringrazia gli Sponsor!

Gli Sponsor… “Camminare Insieme”

spo_2013E’ datata 2 Dicembre 2013 la missiva con cui, il Presidente del Comitato Esecutivo per i festeggiamenti di Maria SS. della Bruna, si rivolge agli Sponsor della 624a edizione.

Nell’occasione, il Presidente Vito Domenico Andrisani, ha espresso i più sentiti ringraziamenti a quanti hanno contribuito, sotto forma di sponsorizzazione, alla realizzazione della “Festa”. La volontà, nell’illustrare (seppur brevemente) alcune delle attività che sono in fase di programmazione per la prossima edizione dei festeggiamenti, è subito chiara: fare rete.

Fare rete con gli Enti locali, con gli imprenditori piccoli e grandi, con i cittadini… per non disperdere quel prezioso contributo che non dev’essere vista come una mera sponsorizzazione, ma spesso si identifica in persone, relazioni ed emozioni, che permettono di guardare alla prossima edizione con discreto ottimismo: “CAMMINARE INSIEME”.

La missiva rivolta agli Sponsor della 624a edizione.

Lettera del Presidente Andrisani al Sindaco della Citta’ per il progetto Matera 2019

Le congratulazioni dell’Associazione per il prosieguo del cammino della Citta’ di Matera – candidata a Capitale Europea della Cultura nel 2019

 

????????Egregio Senatore,

sento il dovere, a nome mio personale nonche’ a nome del Comitato Esecutivo, del Consiglio di Amministrazione e di tutti i Soci dell’Associazione, di esprimere le piu’ vive congratulazioni per il grande successo ottenuto a seguito del prosieguo del cammino della nostra Citta’ verso l’ambizioso traguardo di “CAPITALE EUROPEA DELLA CULTURA – ANNO 2019”.

Credo che ogni materano ha provato grande emozione, che si e’ protratta per l’intera giornata del 13 Novembre u.s., nel constatare con quale impegno e con quanta determinazione e’ stata rappresentata la candidatura della città di Matera alla Commissione Europea.

Certamente, sono riaffiorati i valori storici ed etici che contraddistinguono la nostra gente: tenacia e spirito di sacrificio dei nostri avi, abituati al duro lavoro dei campi e della pastorizia, a mangiare pane e sole, a vivere nelle grotte faticosamente scavate nel tufo, sono stati da stimolo, e continueranno ad esserlo, fino al raggiungimento del prestigioso traguardo e della vittoria finale, che deve essere un successo, non solo dei materani, ma anche dell’intera Provincia e della Basilicata tutta.

Il mio pensiero, ma e’ anche quello di tutti i componenti dell’Associazione, va ai capisaldi che consentiranno a Matera di diventare Capitale Europea della Cultura: i SASSI e la “FESTA” in onore di Maria SS. della Bruna, due perle che da secoli hanno consentito alla nostra citta’ di essere conosciuta e apprezzata in Europa e nel mondo diventando Patrimonio dell’umanita’ di cui nei prossimi giorni ricorre il 20° Anniversario. Il mio impegno personale unito a quello dei soci dell’Associazione è teso a dare un segnale significativo alla prossime edizioni della “FESTA”, che non puo’ essere circoscritta in un breve arco temporale, con eventi che spesso si accavallano, ma deve essere estesa a tutto campo, esprimendo soprattutto valori religiosi, culturali ed etici derivanti dalla nostre tradizioni, che sono tuttora sconosciuti a tanti.

Le assicuro che siamo disponibili ad accettare la sfida e, testardi come siamo, pronti a vincerla. Per questo gradiremmo essere considerati interlocutori privilegiati per un progetto di ampio respiro, che veda l’Associazione Maria SS. della Bruna protagonista e organizzatrice di manifestazioni ed eventi folkloristici e culturali, oltre che religiosi a sostegno della candidatura. Nel ringraziarLa per l’attenzione, esprimo, a nome dell’intera Associazione, i piu’ fervidi, sentiti e sinceri auguri di buon e proficuo lavoro nell’interesse della nostra Comunita’.

Matera li, 18 novembre 2013

Il Presidente – Dott. V. Domenico ANDRISANI

Cambia il Presidente della “Festa della Bruna”

Cambia il Presidente

Ricomincia il 2 Luglio tutto l’anno

025Al termine della Celebrazione Eucaristica di questa sera, Don Vincenzo Di Lecce, Parroco della Cattedrale e delegato arcivescovile, legge il comunicato con cui S.E. Mons. Salvatore Ligorio annuncia il passaggio di consegne tra il Dott. Francesco Loperfido ed il Dott. Domenico Andrisani alla guida dell’Associazione Maria SS. della Bruna.

Terminato il mandato di durata triennale, quindi, si è deciso di proseguire nell’azione di continuo rinnovamento, che aveva visto nella passata edizione, proprio attraverso la figura del Dott. Andrisani (affiancato dal Dott. Bruno Caiella nella gestione dei fondi e nel controllo di gestione) la nuova componente all’interno del Comitato Esecutivo per tre anni guidato da Francesco Loperfido.

L’ufficializzazione è avvenuta nella Chiesa di S. Francesco d’Assisi, in occasione del primo dei nove appuntamenti del “2 Luglio tutto l’anno” dove, con grande anticipo rispetto alle passate edizioni, è stato presentato anche il tema del Carro Trionfale ed. 2014, che ha tratto ispirazione dalla frase “Non possiedo nè argento nè oro ma quello che ho te lo do!”. La frase, pronunciata da Papa Francesco durante la recente visita in Brasile è scritta negli Atti degli Apostoli, nei versetti in cui gli apostoli Pietro e Giovanni si conducono al tempio e guariscono uno storpio. La frase ha ispirato il tema centrale del Carro: “la Chiesa nel mondo testimonia la Carità”.

Michele Cancelliere