Festa della Bruna 2015: il tema del Carro, novita’ e ritorno alla tradizione!

La Conferenza stampa del Comitato Esecutivo

immagine_MdBIl tema del Carro Trionfale della 626a edizione della Festa sara': ”L’incontro di Gesù con la samaritana: icona e modello per l’evangelizzazione”. Lo ha annunciato il delegato arcivescovile e parroco della Chiesa Cattedrale Don VIncenzo Di Lecce. Proseguendo nella presentazione, e’ stata espressa la volonta’ di tornare a solcare il percorso degli antichi rioni Sassi durante la tradizionale processione dei Pastori nella mattina del 2 Luglio. Piu’ avanti, durante la conferenza, e’ stata proposta anche una novita': la traslazione dell’immagine di Maria (che normalmente ha luogo nella tarda mattinata del giorno 2) potrebbe essere anticipata alla serata del giorno della Vigilia.

Nel corso della conferenza sono intervenuti anche il Prof. Emanuele Calculli, il quale ha presentato il libro ”La confraternita, il quadro e la Processione dei Pastori della Bruna nella festa del 2 luglio”; poi, l’intervento del presidente dell’Associazione Maria SS. della Bruna Vito Domenico Andrisani. Mimi’, dopo aver definito gli aspetti economici (23.000 euro il costo del manufatto e 3.000 euro di ammenda per lo stesso costruttore che si impegna a non partecipare allo sfascio del Carro) ha parlato delle criticita’ che si sono evidenziate nel corso dell’anno: difficolta’ sul reperimento di una sede per il Comitato e tempi troppo lunghi per il pagamento delle somme stanziate dagli enti pubblici. Per queste ragioni, lo stesso Mimi’, ha annunciato le sue dimissioni che presentera’ in serata a S.E. Mons. Salvatore Ligorio (che dovra’ valutarle e decidere se respingerle e lasciare la guida nelle mani del Dott. Andrisani o accettarle procedendo con la formazione di un nuovo Comitato esecutivo).

Come autore del portale festadellabruna.it mi auguro che, per quanto costruito insieme nelle ultime edizioni, il presidente resti al suo posto e, di concerto con i componenti del Consiglio di amministrazione, riesca a dare un nuovo slancio e ancora lustro alla nostra tradizione piu’ grande.

Matera, li 02.10.2014

Michele Cancelliere

Lettera del Presidente Andrisani al Sindaco della Citta’ per il progetto Matera 2019

Le congratulazioni dell’Associazione per il prosieguo del cammino della Citta’ di Matera – candidata a Capitale Europea della Cultura nel 2019

 

????????Egregio Senatore,

sento il dovere, a nome mio personale nonche’ a nome del Comitato Esecutivo, del Consiglio di Amministrazione e di tutti i Soci dell’Associazione, di esprimere le piu’ vive congratulazioni per il grande successo ottenuto a seguito del prosieguo del cammino della nostra Citta’ verso l’ambizioso traguardo di “CAPITALE EUROPEA DELLA CULTURA – ANNO 2019”.

Credo che ogni materano ha provato grande emozione, che si e’ protratta per l’intera giornata del 13 Novembre u.s., nel constatare con quale impegno e con quanta determinazione e’ stata rappresentata la candidatura della città di Matera alla Commissione Europea.

Certamente, sono riaffiorati i valori storici ed etici che contraddistinguono la nostra gente: tenacia e spirito di sacrificio dei nostri avi, abituati al duro lavoro dei campi e della pastorizia, a mangiare pane e sole, a vivere nelle grotte faticosamente scavate nel tufo, sono stati da stimolo, e continueranno ad esserlo, fino al raggiungimento del prestigioso traguardo e della vittoria finale, che deve essere un successo, non solo dei materani, ma anche dell’intera Provincia e della Basilicata tutta.

Il mio pensiero, ma e’ anche quello di tutti i componenti dell’Associazione, va ai capisaldi che consentiranno a Matera di diventare Capitale Europea della Cultura: i SASSI e la “FESTA” in onore di Maria SS. della Bruna, due perle che da secoli hanno consentito alla nostra citta’ di essere conosciuta e apprezzata in Europa e nel mondo diventando Patrimonio dell’umanita’ di cui nei prossimi giorni ricorre il 20° Anniversario. Il mio impegno personale unito a quello dei soci dell’Associazione è teso a dare un segnale significativo alla prossime edizioni della “FESTA”, che non puo’ essere circoscritta in un breve arco temporale, con eventi che spesso si accavallano, ma deve essere estesa a tutto campo, esprimendo soprattutto valori religiosi, culturali ed etici derivanti dalla nostre tradizioni, che sono tuttora sconosciuti a tanti.

Le assicuro che siamo disponibili ad accettare la sfida e, testardi come siamo, pronti a vincerla. Per questo gradiremmo essere considerati interlocutori privilegiati per un progetto di ampio respiro, che veda l’Associazione Maria SS. della Bruna protagonista e organizzatrice di manifestazioni ed eventi folkloristici e culturali, oltre che religiosi a sostegno della candidatura. Nel ringraziarLa per l’attenzione, esprimo, a nome dell’intera Associazione, i piu’ fervidi, sentiti e sinceri auguri di buon e proficuo lavoro nell’interesse della nostra Comunita’.

Matera li, 18 novembre 2013

Il Presidente – Dott. V. Domenico ANDRISANI

Inaugurato il Parco Giovanni Paolo II

papaIntitolato al Papa Giovanni Paolo II l’area verde del Boschetto

 

E’ stata inaugurata nel pomeriggio di Sabato 22 Ottobre, l’imponente statua in marmo bianco di Papa Giovanni Paolo II, nel Parco a Lui intitolato, in ricordo della sua visita pastorale avvenuta nel 1991.

Dopo il discorso del Sindaco di Matera, Sen. Salvatore Adduce, tra le note della Banda Terre Lucane e gli applausi scroscianti di circa 300 persone, è stata scoperta la statua realizzata dal Laboratorio Artistici Marmi Apuani, dell’artista Carlo Andrei che, visibilmente emozionato, ha espresso la sua personale soddisfazione ed ha aggiunto alcuni dettagli tecnici sulla realizzazione dell’opera. Con un peso complessivo di quasi duemilacinquecento chilogrammi ed un’altezza di circa tre metri, la statua rende davvero importante la sua presenza nel parco (già Boschetto), quasi a voler affermare una volta di più l’importanza di quella visita e delle grandi parole rivolte dal Pontefice alla comunità materana, durante la visita del 27 Aprile 1991.

Dopo la benedizione impartita dall’Arcivescovo Salvatore Ligorio ed il vivo ringraziamento espresso nei confronti del Parroco della Cattedrale Don Vincenzo Di Lecce per il progetto e dell’Amministrazione Comunale per la realizzazione dell’opera, la piccola folla assiepata nel parco ha seguito un breve cammino verso la Chiesa di San Francesco d’Assisi, dove è stata celebrata la Santa Messa.

Ancora una volta “…viva Matera, viva Matera!”

Al via la “I Festa della Bruna in LIS”

CheLoComunicato Stampa: Al via la “1 festa della Bruna in LIS”

Matera, 22 Giugno 2011 – L’ integrazione dei cittadini sordi finalmente giunge anche per la festa del 2 luglio di Matera. Al via la “1 festa della Bruna in LIS (LINGUA ITALIANA DEI SEGNI)”

La giovane sorda di Salandra (Matera) Giusy Chietera ha organizzato tre giorni (dall’ 1 al 3 luglio 2011) di divertimento aspettando la festa patronale di Matera, Maria Santissima della Bruna del 2 luglio.

Chietera dichiara: “è stato difficile organizzare ma sono sicura che sarà un evento importante per l’integrazione di duce mondi vicini, quello dei sordi e degli udenti che spesso non si conoscono. Speriamo che partecipano tanti amici sordi della Basilicata ma anche di altre regioni d’ Italia. Per questo lavoro devo ringraziare di cuore Maria Anna Flumero, giornalista Udente segnante LIS, per l’impegno e l’amore che dedica alla nostra Cultura. Per la disponibilità il Presidente comitato della Festa della Bruna Francesco Loperfido, lui ci darà la possibilità il 2 sera di avere uno spazio riservato per noi e per le nostre amiche udenti segnanti LIS, anche loro per noi persone speciali.

L’organizzatrice prosegue : “Grazie anche al Sindaco di Matera Salvatore Adduce che insieme al Presidente Loperfido l’1 sera alle ore 19.00 ci incontreranno nella Piazza del Carro Trionfale (Piccianello) per darci il benvenuto e farci visitare il bellissimo carro del 2 luglio. L’ arte della carta pesta e il carro per noi sono davvero novità, siamo curiosi di ammirarlo e fotografarlo da vicino.”.

Emozionata Chietera conclude: “Una festa che noi abbiamo sempre voluto conoscere, capire e vivere con voi udenti. Questa è vera Cultura. Abbiamo incontrato tanta gentilezza anche da parte di due attività materane, per noi il loro aiuto è fondamentale : “Gelida Voglia” in via del Corso ed “HEMINGWAY caffè&cucina” in via Ridola. Finalmente potremo vivere anche noi le vostre emozioni e vivere la fede da vicino.”.

Prenotazioni, informazioni e dubbi: SOLO sms 348-6185772. Scadenza prenotazione: lunedì 27 giugno ore 12.00. Ciascuna persona è responsabile di sè.

Addetto Stampa339-5725772 Udenti-Sordi
Giornalista Maria Anna Flumero

Celebrazioni per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia

SONY DSCE’ un compleanno solenne quello festeggiato a Matera per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia.

Le celebrazioni sono cominciate questa mattina alle 10.00 nel palazzo Lanfranchi e in piazzetta Pascoli, con la visita alla mostra di opere in cartapesta, in una cornice legata sicuramente alla serata del 2 Luglio: presenti le statue dei Santi che dominano la parte centrale del Carro Trionfale della Bruna.

La banda di Miglionico ha accompagnato poi le autorità politiche, religiose, civili e militari nella gremita Piazza Vittorio Veneto, dove il Sindaco di Matera e il Presidente della Provincia hanno posto due corone d’alloro davanti al monumento ai Caduti. Con l’alzabandiera e sulle note dell’inno di Mameli, la folla si è spostata nella villa Comunale, da sempre fulcro della vita cittadina e luogo di ritrovo dei materani; nell’occasione il Sindaco Adduce ha intitolato la stessa villa all’Unità d’Italia e ha inaugurato il busto del garibaldino Gian Battista Pentasuglia, il materano ed unico lucano ad aver partecipato attivamente alla spedizione dei Mille, che servì il Regno d’Italia con molti incarichi nel campo delle telecomunicazioni.

SONY DSC

SONY DSC

A conclusione delle Celebrazioni, nell’atrio del palazzo del Governo, un balletto di danza ritmica ha accolto le autorità per visionare un’altra mostra fotografica dedicata all’opera del 2 Luglio “La Cartapesta a Matera – Il Carro della Bruna”.

Cogliamo l’occasione per ricordare che un’opera in cartapesta è stata realizzata nei mesi scorsi dal Maestro Michelangelo Pentasuglia e sarà esposta nelle Grandi Officine Riparazioni di Torino fino al 20 Novembre per la mostra “Fare gli Italiani”.

SONY DSC