La Festa della Bruna in mostra a Canicattini Bagni (SR)

statuaLa Festa della Bruna al Museo delle Devozioni popolari di Canicattini Bagni

 

Sabato 5 maggio 2012 il presidente dell’Associazione Maria SS della Bruna, Francesco Paolo Loperfido sarà presente al Museo delle Devozioni Popolari di Canicattini Bagni, in provincia di Siracusa, per presentare la festa patronale della città di Matera ad una platea gremita di operatori turistici e delegati di numerose feste patronali di tutta Italia.

Saranno esposti alcuni bozzetti dei carri trionfali e altro materiale riguardante la maggiore festa materana. Infine, saranno proiettati video della Storia della Festa della Bruna ed, in particolare, dell’ultima edizione. La partecipazione a questa Rassegna è motivo di grande soddisfazione e orgoglio per l’Associazione, e per gli stessi materani, in quanto dimostra l’acquisita rilevanza nazionale dell’evento religioso e culturale più importante della città dei Sassi.

L’evento potrà essere seguito in streaming a partire dalle ore 18 sul sito www.festadellabruna.it

Scomparso il Presidente Franco Palumbo

fpScomparso il Presidente Franco Palumbo

 

A pochi giorni dalla scomparsa di Mons. Lionetti, parroco della Cattedrale, è venuto a mancare un’altra importante figura legata alla Festa della Bruna: l’ex Presidente dell’Associazione Maria SS.ma della Bruna, Franco Palumbo.

Franco, presidente del Circolo Culturale La Scaletta, ha da sempre profuso un enorme lavoro come membro del Comitato e, negli ultimi sei anni (dal 2005 al 2010) ha ricoperto il ruolo di Presidente ed organizzatore dei festeggiamenti in onore di Maria SS.ma della Bruna, prima di lasciare l’incarico al Dott. Francesco Loperfido. Resta di lui, un’immagine indelebile, grande appassionato e ricercatore della tradizione materana, uomo umile e profondamente devoto.

Ai suoi familiari, le più sentite condoglianze.

Michele Cancelliere

Conclusione dei festeggiamenti

ottava11Conclusi i festeggiamenti per la Madonna della Bruna – Il resoconto di festadellabruna.it

Si sono concluse ieri sera a Matera, nel frastuono delle batterie e dei giochi pirotecnici, le Celebrazioni per la Festa della Bruna. Davvero tanti i materani che hanno voluto salutare l’effige della Vergine Maria, prima di archiviare definitivamente questa 622° edizione.

Per le vie del Centro, in modo ordinato, centinaia di fedeli hanno seguito la Processione, conclusasi con la tralsazione della Madonna nella Chiesa di San Francesco d’Assisi. Ad assistere ai fuochi conclusivi poi, c’erano decine e decine di materani assiepati nel Parco Papa Giovanni Paolo II, sotto le imponenti torri del Castello Tramontano, fresche di restauro.

E’ tempo, dunque, di un resoconto della Festa. Archivieremo anche la 622° edizione, ricchi di un rinnovato senso di appartenenza alla nostra comunità, rincuorati e rafforzati dall’entusiasmo e dalla gioia che questa Festa suscita in noi materani. Tra le note positive, c’è sicuramente una ritrovata Processione dei Pastori, a cui i cittadini hanno partecipato in massa ed hanno mostrato tanto gradimento per il ritorno delle tradizionali batterie, considerato che per motivi di sicurezza, nell’edizione precedente erano praticamente mancate. Ad accompagnare i festeggiamenti ad una lieta conclusione però, anche dai visitatori di questo sito, è pervenuta qualche osservazione polemica, soprattuto per quanto concerne il momento più atteso: lo straccio del Carro Trionfale, cominciato una ventina di metri prima del fatidico ingresso in Piazza V. Veneto. Ad opera di alcuni ragazzi (molti dei quali sfoggiavano il pass rilasciato dal Comitato), senza troppi indugi si sono rotte le file di agenti delle forze dell’ordine schierate a protezione del Carro, e, ancora una volta troppo presto, sono stati portati via dal manufatto di cartapesta i pezzi migliori, e cioè le statue degli Angeli e dei Santi della pittpresca “Moltiplicazione dei Pani” realizzata dal Maestro Michelangelo Pentasuglia. Negli ultimi anni non è andata meglio, ma a differenza di quanto percepito nelle ultime edizioni, nemmeno i fuochi pirotecnici di Murgia Timone, a fine serata, sono riusciti a riaddolcire il cuore dei materani indispettiti. Sono cominciati in fretta e, a causa di un pò di vento, non si è apprezzato il gioco di luci e colori che abbaglia i vecchi rioni dei Sassi.

Qualche riflessione è pervenuta anche sugli eventi collaterali, che hanno caratterizzato le caldissime serate di questa prima metà di Luglio. Per farla breve: eccezion fatta per la festa del Cavaliere organizzata dalla Beat Beat Sound, per il Concerto lirico sinfonico e per l’autentico bagno di folla di Uccio de Santis e la Compagnia del Mudù, tutti gli altri eventi programmati dal Comitato non hanno lasciato soddisfatti i materani; i rumors si sono concentrati evidentemente sul concerto di Claude Challe, presentato come main event e finito come una esibizione a cui hanno assistito circa trecento persone. Anche se gli eventi collaterali sono da ritenersi a margine della Festa, la portata degli eventi e le somme impegnate richiedono sicuramente qualcosa in più. Ci sembrano pensieri del tutto opinabili: la Festa è anche questa, non certo solo questa, ma abbiamo ritenuto opportuno riportarveli qui per attenerci fedelmente a quanto accaduto ed esposto da alcuni visitatori. Le emozioni vissute nei momenti più toccanti delle Celebrazioni Eucaristiche, la profonda devozione con cui i materani si sono riaffidati a Maria SS.ma della Bruna, devono far riflettere sul senso più vero di questa festa, sicuramente più sobrio e autentico di ogni polemica.Nel complesso, possiamo congedarci da questi festeggiamenti con un giudizio sicuramente positivo, ma, di certo, foriero di spunti di riflessione utili, speriamo, per organizzare la prossima edizione della festa.

E’ con orgoglio, infine, che vogliamo ringraziare quanti hanno collaborato, contribuito, seguito e lodato il nostro lavoro. Grazie a tutti Voi, amici del portale festadellabruna.it, che in più di 20.000 avete fatto balzare il nostro contatore di 83.000 pagine in più rispetto ad un mese fa. Tra non molto totalizzeremo 600.000 visualizzazioni.

A tutti, un sincero augurio e l’mmancabile arrivederci all’edizione numero 623: A mogghj a mogghj all’onn c’vèn!

Michele

Comunicato Stampa – Manifestazioni Collaterali del 9 Luglio

ottavaVenerdì 9 luglio 2010 – ore 20,15 – Chiesa S. Francesco d’Assisi – Matera

Venerdì 9 luglio 2010 alle ore 20,15 presso la Chiesa S. Francesco d’Assisi a Matera, nell’ambito delle Manifestazioni Collaterali dei festeggiamenti per Maria SS. della Bruna, la FONDAZIONE ORCHESTRA LUCANA eseguirà il “Concerto a Maria”. Durante il concerto saranno eseguiti canti popolari e composizioni sacre mariane.

La manifestazione ha ricevuto i riconoscimenti della Presidenza della Repubblica, Presidenza del Senato, Presidenza della Camera ed il patrocinio del Pontificio Istituto di Musica Sacra di Roma. Ricordiamo l’esecuzione accolta con favore dal pubblico durante l’anteprima lo scorso 30 Maggio presso la Chiesa dell’Immacolata in occasione della giornata nazionale per la donazione degli organi in collaborazione con l’AIDO ed il grande successo accordato a Laterza il giorno successivo svoltosi in un bagno di folla unita da un autentico senso di condivisione e attivamente partecipe all’esecuzione.

La Fondazione auspica che questo contributo ai festeggiamenti diventi un appuntamento stabile, un momento culturale legato all’esecuzione della sconfinata produzione musicale Mariana, sia colta sia popolare, nonché alla commissione ed esecuzione di nuove opere.

Ideazione e direzione artistica di V.Perrone

Soprani Maria Maddalena Notarstefano, Maria Laura Iacobellis, Silvia Perrone

Coro Civico LaterChorus Orchestra LUCANA

Maestro del coro e direttore d’orchestra Vincenzo Perrone.

Ingresso libero

Info: Fondazione Orchestra Lucana

Presidente Francesco Lisanti – 333 1119710

Direttore Artistico Vincenzo Perrone – 338 2687927