La Festa prima di tutto!

IMG_0741Cari lettori ed appassionati della Festa, sono appena terminate le celebrazioni dell’Ottavario, si conclude così “la Bruna” e si spengono definitivamente i riflettori sulla Festa a cui diamo l’arrivederci al prossimo anno. Prima di salutarci, però, vi scrivo il mio consueto resoconto della Festa.

Cominciamo, come è doveroso fare, con il ringraziare tutti: l’Associazione Maria SS. della Bruna per l’impegno profuso durante l’intero arco dell’anno, la Curia, il parroco della Cattedrale Don Vincenzo Di Lecce, i Cavalieri di Maria SS. della Bruna, i Pastori della Confraternita, il Prefetto e tutte le autorità civili e militari, l’artista Michelangelo Pentasuglia e la sua squadra, le forze dell’ordine, l’auriga ed il suo staff di collaboratori che hanno riportato, dopo tredici anni, il Carro sulla Cattedrale e l’hanno poi accompagnato verso il suo destino in Piazza Vittorio Veneto. C’è ancora molto da fare, ma le premesse ci sono tutte. E’ necessario ringraziare anche le associazioni di volontariato ed i collaboratori per la pubblica sicurezza, la Premiata ditta luminarie Santoro, la Pirotecnica Santa Chiara e tutti coloro che hanno collaborato per la buona riuscita della 627° Festa della Bruna, un’edizione che sarà ricordata per le sue tante novità, tra cui il ritorno delle celebrazioni nella risplendente basilica Cattedrale.

photo_2016Tra i ringraziamenti, però, ce ne sono alcuni, che meritano una sottolineatura doppia. Come non rivolgere il nostro “grazie” all’Arcivescovo Giuseppe Caiazzo, che sin dalla lettera pubblicata sul programma dei festeggiamenti ha emozionato tutti. Prima edizione della Festa per il Pastore della Civitas Mariae e, “don Pino” come preferisce farsi chiamare, è stato presente fin dalla Processione dei Pastori, non sull’altare ma tra la gente, in una posizione più defilata “per comprendere lo spirito e la devozione di quanti si avvicinano alla Festa già alle 4.30 del mattino”. Poi un breve ma sentitissimo augurio alla Città: don Pino è subito entrato nel cuore dei materani, che hanno gradito tantissimo e gli hanno riservato un lungo applauso. Poi, una splendida omelia in Cattedrale durante la Celebrazioni della mattina, il tragitto in carrozza (ha confessato di non esserci mai andato prima!), la benedizione in via Marconi prima della processione serale, poi ancora tanti sorrisi e tante benedizioni, quasi rincorso dalla gente per strada. Anche stasera durante le celebrazioni dell’Ottavario. Nella sua umanità, si è addirittura prestato ai seminaristi per un selfie. Grazie don Pino. Matera ha bisogno di umiltà e di buoni esempi.

Un sincero ringraziamento va anche al Questore di Matera Paolo Antonio Maria Sirna, sempre presente in tutti i momenti della Festa: il 2 Luglio, già dalle prime luci dell’alba, in borghese, era fra la gente per osservare e per dare manforte, se necessario, ai colleghi in servizio. Con sguardo attento e sorriso rassicurante, ha seguito le celebrazioni e tutta la sfilata fino alla rottura del Carro. Proprio lui, in giacca e cravatta al centro di via del Corso, ha dato l’ultimo “avanti” all’auriga. E’ stato il suo primo anno e la macchina della sicurezza e la cabina di regia in prefettura hanno funzionato! Peccato solo per i suoi uomini rei di essersi fatti scappare (troppo presto) il ragazzo che, per primo, è salito sul Carro. A proposito: che senso aveva l’accanimento perpetrato contro quel ragazzo durante l’assalto? Ormai era su, non poteva mica scendere! O la furia di tante manganellate contro chi, a dieci metri dal Carro, provava a rincorrerlo nel disperato tentativo di portar via un pezzo da conservare? Bisogna sempre salvaguardare l’immagine della Festa. Prima, durante e dopo la rottura, la violenza gratuita, è solo una brutta figura. Nonostante sia un rito pagano, quello dello “strazzo” è il momento in cui i materani si riappropriano della loro voglia di riscatto, del loro sentimento di appartenenza alla comunità e alla sua tradizione più longeva. E’ il clou dei festeggiamenti e tutti devono concorrere alla sua buona riuscita. Bisogna migliorare. La Festa prima di tutto.

Nondimeno, bisogna ringraziare la Città di Matera, per il suo enorme contributo offerto all’organizzazione dei festeggiamenti. Attraverso gli sponsor, tramite l’acquisto degli oltre diecimila biglietti della VI lotteria della Bruna, con la loro grande devozione e passione, i materani hanno permesso anche quest’anno lo svolgimento di una straordinaria edizione dei festeggiamenti. La Città intera ha seguito tutte le fasi con grandissima partecipazione. L’accensione delle luminarie, le “più belle di sempre” (come ha commentato qualcuno durante la diretta video da oltre 33.000 visualizzazioni su Facebook), ha visto migliaia di nasi all’insù la sera del 29 Giugno in Piazza Vittorio Veneto. Quindi, la Processione dei Pastori, che ha attraversato i quartieri Sassi: mai vista così tanta gente negli antichi rioni. Da via Buozzi alla Porta Pistola e fino a San Nicola dei Greci il fiume colorato di gente si mostrava in tutta la sua straordinarietà. Quindi la sfilata della mattina, sotto un sole caldissimo, tanta gente fin nella Chiesa dell’Annunziata nel quartiere di Piccianello. Poi la Processione serale, con cui la Madonna della Bruna ha sfilato per le vie del centro, prima dei tre giri in Piazza Duomo e il definitivo rientro nella Chiesa di Costantinopoli, ha visto una nutritissima partecipazione. Certo, qualche posto vuoto è stato lasciato, segno che qualcuno ci ha rinunciato: forse una minor presenza di chi solitamente raggiunge Matera dai paesi limitrofi. Chissà. Di sicuro è mancato chi, solitamente, prova attaccamento solo per la “spettacolarità” della festa, ed avrà certamente pensato “spettacolo per spettacolo, resto comodo in poltrona” ..data la concomitanza con la partita della Nazionale di calcio, valida per il passaggio in semifinale, negli Europei di Francia. Certamente la Festa è andata avanti e, forse, nemmeno se ne sarebbe accorta se le luminarie non avessero mostrato il tricolore e la tipica ‘iosa’ dietro al Carro non si fosse trasformata nell’inno di Mameli. I giochi piromusicali sulla Murgia Timone, infine, hanno messo tutti d’accordo, facendo sorridere anche chi, purtroppo per lui, era rimasto in poltrona a soffrire per i calci di rigore.

Il 3 Luglio, solitamente, è il giorno delle polemiche. E anche quest’anno non sono mancate. Ma alla Festa si lavora tutto l’anno ed il 3 Luglio è solo il giorno dopo il giorno più lungo, il giorno più bello. E’ persino salutare avere già un po’ di malinconia, un po’ di tristezza, dopo un giorno così intriso di emozioni. E poi, le polemiche si consumano nei bar, non sui giornali o in pubblico, perché fanno male alla Festa se non hanno spunti costruttivi e sono fini a se stesse. Non è meglio raccontarsi le emozioni appena vissute? Emozioni come quelle suscitate dai rintocchi delle campane che suonano festose per il passaggio del Quadro dei Pastori attraverso la porta maggiore della basilica Cattedrale, mentre il primo fascio di luce del mattino colora le bianche pareti la civita. Meglio ricordare la prodezza con cui le quattro coppie di muli si sono infilate in via Duomo trascinando, senza rovinarlo, il manufatto di cartapesta, piuttosto che soffermarsi troppo sul numero dei feriti (una decina quest’anno – stando ai numeri di cui disponiamo). Per sua natura, lo “strazzo”, è un momento della Festa tanto suggestivo quanto pericoloso. E forse, proprio per questo, raccoglie migliaia di persone in piazza. Tutti devono concorrere affinché si rispetti la tradizione e perché gli spettatori in piazza non restino delusi.

Gli eventi collaterali. Anche quest’anno la Festa ha ospitato tanti eventi, partendo addirittura l’11 Giugno con la Brunetta. Personalmente, credo ci sia ancora molto da lavorare per creare sinergie con gli Enti pubblici e con gli organizzatori privati, perché tutto rientri con armonia in un programma di eventi di cui la Città ha bisogno per continuare ad arricchire la sua offerta nei confronti dei cittadini culturali ed ammaliare i turisti che, a migliaia, la visitano nei mesi estivi. Bello ed innovativo, ad esempio, lo spettacolo visto il 7 Luglio (ripetuto anche il giorno successivo) dell’architectural mapping 3D realizzato sulla facciata del Palazzo Lanfranchi. Tanti, anche fra i giovanissimi, hanno gradito l’espressione di una delle nuove frontiere dell’arte digitale.

Il socialweb. Sono stati quasi novemila gli utenti unici che hanno scelto questo portale per seguire i festeggiamenti durante il giorno 2. Quindicimila pagine visualizzate in 24 ore. Ottomila volte visualizzato il programma dei festeggiamenti in quindici giorni. Ventunomila visualizzazioni per il video dello “strazzo” su Youtube in pochi giorni. Numeri, certo! Ma importanti. Vorrei salutarli tutti, i lettori, abbracciando idealmente anche chi ha atteso sui canali social di twitter, instagram, youtube e facebook gli aggiornamenti in tempo reale dai luoghi della Festa, per poi, in serata, ringraziarmi per il lavoro svolto. festadellabruna.it è, ormai da 11 anni, il punto di riferimento per chi la Festa la vive tutto l’anno e per chi, proprio il 2 Luglio, purtroppo non è a Matera per viverla sulla pelle ..ma non vuole comunque perdersi i festeggiamenti. Grazie davvero. Anche il web, così, fa festa il 2 Luglio.

Un particolare che inorgoglisce. Il premio Pulitzer 1999, Michael Cunningham, dopo averci fatto visita qualche giorno fa, ha provato descrivere Matera ed i suoi festeggiamenti, durante un intervento alla Milanesiana. Evidentemente, la Festa ha superato se stessa ed è andata oltre ogni migliore auspicio: un filosofo di fama mondiale che parla della Festa dei materani in un salotto letterario milanese.. Chi l’avrebbe mai detto!

Per concludere, sono tanti gli insegnamenti che si possono cogliere durante una Festa lunga, intensa e partecipata come la nostra ma, considerando le novità e le circostanze che hanno caratterizzato questa 627° edizione, valga, per tutti, questo pensiero: “Per la Festa della Bruna c’è bisogno di tutti, ma nessuno è insostituibile e solo Lei fa eccezione.. perché senza di Lei, qui a Matera il 2 Luglio, nulla accadrebbe”. Evviva Maria!

Con rinnovato ardore dunque, per Matera e per la Nostra Signora… la Festa prima di tutto!

…e ammogghj ammogghj all’ònn c v’aèn!!!

Michele Cancelliere

Comunicato Stampa – Rilascio PASS

Matera, 28 Maggio 2016

Il Presidente dell’Associazione Maria SS. della Bruna, Mimì Andrisani, unitamente al Delegato Arcivescovile, don Vincenzo Di Lecce e al Comitato Esecutivo, informa che la richiesta per ottenere l’autorizzazione individuale (PASS) per seguire le fasi finali dei festeggiamenti in onore di Maria SS. della Bruna – Anno 2016, dovrà pervenire a quest’Associazione entro e non oltre il 15 Giugno 2016 consegnata a mano o trasmessa all’indirizzo dell’Associazione (Piazza Duomo, 7 – 75100 MATERA).
Gli interessati (giornalisti e fotografi, iscritti all’albo e addetti ai lavori) dovranno produrre domanda debitamente sottoscritta come da modello, allegando una foto formato tessera e copia di un documento di riconoscimento.
Non saranno rilasciate autorizzazioni oltre il limite numerico stabilito dagli Organismi preposti alla sicurezza.

MODELLO DI DOMANDA PASS 2016

2 e 6 Gennaio 2016

2 Gennaio 2016Primo appuntamento 2016 con “Il 2 Luglio tutto l’anno”

L’Associazione Maria SS. della Bruna, nell’ambito degli eventi legati al “2 Luglio tutto l’anno” per la 627ima edizione della Festa della Bruna, rende noto alla cittadinanza che il 2 Gennaio 2016 avranno luogo, presso la Chiesa di San Francesco d’Assisi, le seguenti celebrazioni:

  • ore 18.30 Santo Rosario
  • ore 19.00 Santa Messa

cui seguirà un approfondimento culturale su La “Civitas Mariae” e Le Edicole Votive a cura della Prof.ssa Rosalba DEMETRIO.

6 Gennaio 2016Il 6 Gennaio 2016 – Concerto dell’Epifania

L’associazione, con il contributo del Rotary Club Matera – a favore della Comunità Terapeutica “Casa dei Giovani” – presenta il concerto del Coro della Polifonica Materana diretto dal Maestro Carmine Antonio Catenazzo, alle 20.30, nella Sala Levi di Palazzo Lanfranchi.

La cittadinanza è invitata.

 

2 Dicembre 2015

2 dicembre_2015Nuovo appuntamento con “Il 2 Luglio tutto l’anno”

L’Associazione Maria SS. della Bruna, nell’ambito degli eventi legati al “2 Luglio tutto l’anno” per la 627ima edizione della Festa della Bruna, rende noto alla cittadinanza che il 2 Dicembre 2015 avranno luogo, presso la Chiesa di San Francesco d’Assisi, le seguenti celebrazioni:

  • ore 18.30 Santo Rosario
  • ore 19.00 Santa Messa

cui seguirà un approfondimento culturale su La “Civitas Mariae” e Le Edicole Votive a cura della Prof.ssa Rosalba DEMETRIO.

– In memoria di Carlo Rubino –

A cura dell’Associazione musicale Armonia, alle 20.45, nella Sala Levi di Palazzo Lanfranchi, si esibirà il concerto polifonico Totus Tuus con la partecipazione della band Stonesuite ed il coordinamento artistico del Maestro Maria Felicia Urga per il “Natale… In Armonia”.

La cittadinanza è invitata.

Bando di Concorso per il Carro ed. 2016

Bando di Concorso

Bando 2016CNA e Ass. Maria SS. della Bruna

Il Presidente dell’Associazione Maria S.S. della Bruna, Mimì Andrisani, unitamente al Presidente della CNA di Matera, Leonardo Montemurro, COMUNICANO che, a far data da Giovedì 15 c.m., sul sito dell’Associazione Maria SS. della Bruna www.festadellabruna.it sarà pubblicato il bando di concorso pubblico per la costruzione del Carro Trionfale edizione 2016.

Il tema del carro trionfale 2016 sarà “Gesù il volto misericordioso del padre”
tratto dalla parabola di Luca: la parabola del padre misericordioso. Luca 15, 11,-32

Il Presidente del Comitato
Domenico Andrisani

Questo il link per la lettura integrale: BANDO

Lotteria 2015 – Estrazione finale

photo_2015-07-12_03-48-10E’ terminata alle ore 21.15, in Piazza San Francesco d’Assisi, l’estrazione dei 20 premi “maggiori” e dei restanti 42 premi “minori” (dopo i 58 già estratti nella serata del 22 Giugno) della V Lotteria “Maria SS. della Bruna”.

Clicca su questo LINK per visualizzare l’elenco completo dei biglietti vincenti.

Si ricorda che alcuni premi non possono essere ritirati direttamente nella sede del Comitato per cui, al momento della presentazione del biglietto vincente verranno concordate le modalità per il ritiro presso lo sponsor.

Il termine per la presentazione del tagliando vincente è improrogabilmente fissato al giorno 20 Settembre 2015.

N.B.: Il regolamento della Lotteria è indicato sul retro di ciascun biglietto.

2 Febbraio 2015

2 Febbraio 2015

Volantino

L’Associazione Maria SS. della Bruna, nell’ambito degli eventi legati al “2 Luglio tutto l’anno” per la 626ima edizione della Festa della Bruna, rende noto alla cittadinanza che il 2 Febbraio p.v. avranno luogo le seguenti celebrazioni:

presso la Chiesa di Santa Chiara

ore 18.00 Santo Rosario
ore 18.30 Benedizione dei Ceri – Processione

presso la Chiesa di San Francesco d’Assisi

ore 19.00 Celebrazione della Santa Messa presieduta da S.E. Mons. Ligorio

presso la sala Levi del Palazzo Lanfranchi

ore 20.45 Umberto Viggiano Trio in concerto!
Musica gitana con chitarre zingare e contrabbasso

 

Svelato il bozzetto del Carro Trionfale ed. 2015

Bozzetto 2015

Bozzetto 2015

È stato presentato questa mattina nel Salone degli Stemmi dell’Episcopio il bozzetto vincitore. Gli elaborati pervenuti presso la sede della CNA e mostrati alla stampa sono stati quattro, di cui due erano in lizza per l’assegnazione del bando di concorso del Carro Trionfale vinto, come già annunciato nei giorni scorsi, dall’artista Andrea Sansone.

In presenza delle maggiori autorità religiose, civili e militari è stato presentato il bozzetto avente tema: l’Evangelizzazione. Dopo i saluti di S.E. Mons. Salvatore Ligorio e di Don Pierdomenico Di Candia, è stato spiegato da Don Vincenzo Di Lecce il tema del Carro Trionfale per la 626ima edizione della Festa della Bruna. La scena centrale è tratta dal racconto dell’Evangelista Giovanni che, nel cap. 4. narra “l’Incontro di Gesù con la samaritana – icona e modello di evangelizzazione”. Tanti i pannelli che decoreranno il prezioso manufatto in cui sono illustrati gli incontri di Gesù nel suo percorso di evangelizzazione: la Pentecoste, l’incontro con il giovane Zaccheo, l’incontro con il ricco, l’incontro con l’adutera.. fino all’immagine di Nicodemo sull’albero. Complessivamente sono trenta gli elaborati grafici presentati a corredo del bozzetto: quattordici sono posti nella parte inferiore del manufatto ed illustrano significativamente il tema, gli altri decorano la parte anteriore e posteriore della “catechesi in movimento”, come l’ha definita Andrea Sansone.

Dopo i saluti di rito delle maggiori cariche civili sono stati tolti i velli ai bozzetti dei giovani Marchitelli e D’Ercole (categoria non professionale) e degli artisti Michelangelo Pentasuglia e Andrea Sansone per la categoria professionale (di seguito l’immagine del bozzetto vincitore)!

Bozzetto 2015

Bozzetto 2015

 

Ciao Michele Santantonio

Lutto nell’Associazione di Maria SS.ma della Bruna

misanL’Associazione Maria SS. della Bruna saluta uno dei suoi soci piu’ devoti ed impegnati: Michele Santantonio.

Michele, che quest’anno aveva ricoperto anche la carica di Segretario dell’Associazione, sarà sicuramente ricordato per la cordialità e la disponibilità che ha sempre dimostrato dentro e fuori l’Associazione. A poche ore dalla scomparsa di un suo grande amico Aldo Bitonte, come lui sostenitore ed ex dirigente del sodalizio cestistico materano, Michele non ce l’ha fatta nella sua lotta contro una malattia che, gia’ da alcune settimane, l’aveva costretto ad un ricovero nel nosocomio materano ed è scomparso questa mattina.

La salma sara’ vegliata sino alle ore 15.00 di Sabato 13 Settembre presso l’Ospedale Madonna delle Grazie, poi, alle ore 16.00, avranno luogo i funerali presso la Chiesa di San Francesco d’Assisi.

Alla sua famiglia, da sempre vicinissima all’organizzazione della Festa, a suo fratello Giovanni e a tutti i suoi cari, va il mio personale cordoglio e l’affetto di tutta l’Associazione.

Ciao Michele!

Michele Cancelliere

Biglietti vincenti e Conclusione della Festa!

Resoconto festadellabruna.it

8738Si è conclusa Lunedì 7 Luglio, con la traslazione della Sacra immagine di Maria presso la chiesa di San Giuseppe (Via Riscatto), la 625a edizione della Festa della Bruna.

Anche quest’anno Matera e i materani hanno risposto con grande devozione e partecipazione alle Celebrazioni che, cominciate il 23 Giugno con la Novena, si sono concluse Domenica 6 Luglio con l’Ottavario. Da sottolineare l’enorme apporto degli sponsor che, in pochi anni, hanno finalmente permesso il raggiungimento di un obiettivo fissato ab illo tempore: superare, con i fondi raccolti da privati e aziende, quelli elargiti dagli enti pubblici. E cosi’, con l’apporto di main sponsor e di un piano marketing ad hoc, il Comitato Esecutivo, coadiuvato dall’Associazione Maria SS.ma della Bruna, ha organizzato ed arrichito questa 625a edizione con alcune, partecipatissime, spettacolari novita’: la galleria di luminarie in piazza V. Veneto e il ritorno di un vero e proprio spettacolo di fuochi piromusicali sul Parco del Castello (in occasione dell’Ottavario) con tanto di violinista che ha suonato dal vivo celebri brani musicali ritmati dai fuochi d’artificio che coloravano, sullo sfondo, le torri del Castello Tramontano.

Il 2 Luglio si e’ svolto come vuole la da tradizione: all’alba la Processione ”dei Pastori”, a cui la partecipazione si e’ ormai consolidata oltre le diecimila unita’; subito dopo, la vestizione del Generale dei Cavalieri A. Raffaele Tataranni nella sala Levi del Palazzo Lanfranchi, con la Processione verso il quartiere Piccianello partita in ritardo, ma comunque seguitissima fino alle 14.00, momento in cui la Sacra Immagine di Maria, insieme alla Curia e ai sessanta Cavalieri, e’ arrivata sul sagrato della Chiesa dell’Annunziata. Nella Processione serale poi, il Carro Trionfale (realizzato come nella passata edizione da Andrea Sansone) sambrava navigasse su due ali di folla e, negli istanti in cui la spalliera che sorregge la Santa patrona, si è fermata a pochi centimetri dalla cupola di luminarie allestita in Piazza e sono risuonate le note dell’Ave Maria di Schubert, la Processione ha vissuto il suo momento più emozionante. Dopo i tradizionali Tre Giri, simbolo della ”presa di possesso” della Citta’, il Carro Processionale ha abbandonato parte della sua scorta tradizionale (quella dei Cavalieri) e, protetto da un poderoso schieramento di agenti delle forze dell’ordine (come ormai avviene da molti anni), si e’ avviato verso la Piazza Vittorio Veneto, ormai stracolma di gente a perdita d’occhio, per quello che da sempre e’ e rimarra’ l’evento piu’ folcloristico dei festeggiamenti: lo strappo del Carro. Anche quest’anno, l’enorme manufatto di cartapesta frutto del lavoro di mesi, e’ stato svellato in pochi minuti nel centro cittadino, per la gioia di migliaia di cittadini e di turisti assiepati in ogni angolo della piazza; folla che si e’ poi spostata nei rioni Sassi e sui terrazzi dei quartieri piu’ alti, per ammirare lo spettacolo dei giochi pirotecnici realizzati sulla Murgia Timone dalla Pirotecnica Santa Chiara.

I ringraziamenti, vanno innanzitutto agli organizzatori di questa Festa: l’Associazione di Maria SS. della Bruna, riorganizzata a Settembre con la nomina del Presidente dott. Vito Domenico Andrisani, e subito resasi operativa e fattiva. Tant’e’ che a Dicembre era gia’ tutto definito con le bande musicali, con il bando per la costruzione del Carro e con la scelta dell’artista. Fondamentale e’ stato il supporto dell’Arcivescovo S.E. Mons. Salvatore Ligorio, della Curia Arcivescovile e del Parroco della Cattedrale Don Vincenzo di Lecce. Buona l’intesa con le istituzioni civili e militari: la Festa e’ il frutto di una collaborazione a tuttotondo che non puo’ prescindere dai suoi attori, organizzatori, produttori. Sentiti ringraziamenti sono rivolti percio’ alle amministrazioni locali, alla questura, al comando dei carabinieri e della guardia di finanza di Matera, al comitato provinciale della Protezione Civile, della CRI, dell’ANPS, ai network televisivi locali, nazionali ed internazionali che hanno rivolto particolare attenzione alla nostra Citta’ in quello che e’, da sempre, il giorno piu’ lungo dei materani.

I numeri di questo portale e delle pagine dei network collegati, ”parlano” di crescita. Solo due dati: in meno di 15 giorni, il portale ha totalizzato oltre 50.000 visualizzazioni ed il canale youtube ne ha totalizzate 20.000. Grazie quindi, a chi collabora da quest’anno o da sempre, con questo portale.

L’augurio personale, è che la Citta’ abbia rinnovato il suo spirito di affidamento alla Vergine (quest’anno ricorre il sessantesimo anniversario dell’istituzione di Matera a Civitas Mariae), e di aver rinforzato la sua cultura e le sue radici, per meglio testimoniare la civilta’ di questo territorio, che e’ poi lo scopo della Candidatura di Matera a Capitale Europea della Cultura nel 2019. E speriamo davvero che sia cosi’, e che la Madonnina ci accompagni.: Evviva Maria, Evviva Matera!

Michele Cancelliere

 

IV Lotteria Maria SS. della Bruna 2014

BIGLIETTI EMESSI: 10.300 – BIGLIETTI VENDUTI: 10.278

I 16 BIGLIETTI VINCENTI ESTRATTI L’11 LUGLIO

01. EQ 05 – Ford Fiesta 5p benzina (Auto Brindisi)

02. ET 50 – Collana con pietre semipreziose e preziose

03. FH 01 – Spilla in oro bianco e pietre preziose

04. LG 42 – Miniatura cavaliere in argento

05. LR 1 – Divano in pelle (Ego Italiano)

06. DC 24 – Orologio uomo Burberry

07. BM 41 – Orologio Haurex

08. CF 49 – Specchiera d’arredo

09. BR 15 – Radiatore d’arredo

10. MB 48 – Poltrona in pelle (Calia Trade)

11. ME 49 – Televisore LCD 32″

12. FM 35 – Televisore 24”

13. GP 20 – Poltrona per ufficio (Visceglia)

14. GQ 28 – Serigrafia di Bellini

15. HT 01 – Bicicletta da donna 28”

16. CR 19 – Soggiorno Praia a Mare 4 persone