Il Carro della Bruna è tornato nella sede storica

Il 15 Marzo incontro con la stampa e le autorità

Carro Trionfale 2014

Carro Trionfale 2014

La consegna parziale della struttura della “Fabbrica del Carro” alla Associazione Maria SS. della Bruna ha consentito il ritorno dello scheletro massiccio del Carro trionfale nella sede storica della piazzetta, in vico Marconi a Piccianello.
Si è così rispettato l’impegno assunto nei confronti della comunità che riconosce in quel luogo il sito-simbolo della tradizione e l’unico deputato ad ospitare la realizzazione del manufatto in cartapesta da parte degli artigiani impegnati nel lungo lavoro di creazione.
Il trasferimento temporaneo dello scheletro in un altro luogo, avvenuto il 3 luglio dello scorso anno, come è noto, si era reso necessario per garantire l’inizio immediato dei lavori di ristrutturazione dell’intero complesso e assicurare così, uno spazio adeguato e confortevole per la costruzione del Carro.
All’Associazione Maria Santissima della Bruna sono stati concessi alcuni spazi al piano terra, dove l’artigiano Andrea Sansone e i suoi collaboratori completeranno il lavoro in vista della prossima edizione della Festa in onore della Madonna della Bruna.
Nonostante gli interventi di ristrutturazione siano ancora in atto per una restante parte dell’area, sarà consentita l’apertura al pubblico per la visita tradizionale di presentazione del Carro alla comunità, dal 23 giugno all’1 luglio prossimi.
Il lavoro portato avanti dall’assessorato ai lavori pubblici, guidato dall’assessore Michele Casino con l’ausilio dei tecnici del Comune, doterà la città di un luogo nel quale unire la storia di uno dei momenti più suggestivi della tradizione popolare alla rivalutazione e promozione dell’artigianato artistico, perno centrale del Carro trionfale.
“La Festa della Bruna rappresenta un momento di straordinaria condivisione del sentimento della comunità e per questo ha costituito, per l’amministrazione comunale, una priorità nel nome del fondamentale ruolo che essa svolge e per l’intensità spirituale che la Madonna della Bruna rappresenta per ogni materano”.
In questo senso, il tema sviluppato per l’edizione 2017 del Carro trionfale, “Tutti i credenti stavano insieme e avevano ogni cosa in comune”, è un viatìco iedale e religioso che vede protagonista ogni cittadino legato alla Santa Patrona della città.
Particolarmente soddisfatto il presidente dell’Associazione Maria Santissima della Bruna, Mimì Andrisani che esprime, anche a nome del Comitato esecutivo e del delegato arcivescovile, don Vincenzo Di Lecce “Viva soddisfazione e apprezzamento per l’impegno della giunta comunale, del dirigente Sante Lomurno e dello staff tecnico dell’amministrazione comunale che ha consentito di portare a termine un lungo e non facile lavoro svolto nel rispetto dei luoghi e delle strutture così come della storia della città”.
L’amministrazione comunale e l’Associazione Maria Santissima della Bruna presenteranno il Carro Trionfale alla stampa e alle autorità il 15 marzo alle 10,30 nella sede storica della Fabbrica, a Piccianello.

Ordinanza comunale per la Festa della Bruna

Comune MT

Comune di Matera

Riceviamo e pubblichiamo l’ordinanza n. 203 del 1 Giugno 2016 che disciplina i giorni 29 Giugno ed 1, 2 e 5 Luglio 2016.

Matera: come per la passata edizione dei festeggiamenti, in vista della 627° edizione della Festa della Bruna, il Sindaco di Matera Avv. Raffaello De Ruggieri ha inteso adottare alcune misure inerenti la sicurezza e la fruizione della Festa, comprese le sfilate dei cavalieri ed il tradizionale assalto del Carro Trionfale.

Clicca sul link per leggere la Ordinanza Comunale in formato .pdf

Ed. 624: Conclusione dei festeggiamenti!

cherubinoBilancio di festadellabruna.it

Si è conclusa Domenica 7 Luglio, con la deposizione dell’immagine di Maria SS. della Bruna nella Chiesa di San Francesco d’Assisi, la 624a edizione della Festa della Bruna… ed è tempo di bilancio.

Tradizione rispettata, innanzitutto. Lo strappo del Carro è avvenuto lì, dove i materani hanno voluto, in piazza Vittorio Veneto! E’ davvero difficile quantificare la folla festosa che ha accompagnato il 2 Luglio: sin dalle prime luci dell’alba hanno seguito la Processione dei Pastori in diverse migliaia. In serata, durante la traslazione della Sacra Immagine di Maria, con ogni probabilità, si sono superate le 40.000 presenze. Un successo strepitoso. Anche durante i fuochi artificiali, nei vicoli dei rioni Sassi, erano in migliaia a guardare col naso all’insù, stupiti per lo straordinario scintillio creato dai giochi pirotecnici che illuminavano la Murgia Timone. Anche le celebrazioni dell’Ottavario hanno visto una straordinaria partecipazione, quasi non vollessero, i materani, abbandonare i festeggiamenti per la Santa patrona.

La 624a edizione potrà essere sicuramente ricordata per gli eccellenti risultati raggiunti dagli organizzatori. Tante le iniziative messe in atto per migliorare la partecipazione alla Festa ed i ringraziamenti vanno innanzitutto al Comitato Esecutivo ed alla Curia Arcivescovile perchè, pur partendo da una situazione gravemente deficitaria, sono riusciti, insieme, a riportare in positivo il bilancio. Si vuol ricordare poi, il prezioso apporto degli sponsor e la vendita (terminata addirittura alcuni giorni prima dell’estrazione) di tutti i 10.000 biglietti della lotteria. Il grande lavoro dei collaboratori, dell’auriga, dei volontari del soccorso, di tutte le forze di polizia, e di tutti coloro che hanno profuso il loro sforzo per la buona riuscita degli eventi, ha fatto il resto. Grazie.

Certo, anche quest’anno si sono registrate alcune criticità, emerse tra le fila dei Cavalieri di Maria SS. della Bruna e durante la Processione dei Pastori a causa di alcune disposizioni prefettizie. Entrambe però, già latenti da alcuni anni e prontamente ridimensionate grazie al confronto diretto coi vertici del Comitato, della Questura, del Comune e dalla Provincia di Matera! Criticità comunque, davvero poco capaci di ledere la bellissima immagine della Festa.

Grandi apprezzamenti sono stati espressi anche sul manufatto di cartapesta realizzato dalle “Facce da Carro”, il gruppo di ragazzi coadiuvati dall’artista materano Andrea Sansone: significativo è stato il suo abbraccio, dopo i 3 (quest’anno cinque) giri, con il parroco della Cattedrale Don Vincenzo Di Lecce.

Don Vincenzo, cui va un sincero ringraziamento per il suo grande operato, è meritevole anche dell’impegno portato avanti per la rinascita della Confraternita dei Pastori della Bruna, avvenuta quest’anno, dopo più di 50 anni dal suo scioglimento.

Il portale festadellabruna.it è orgoglioso di mostrare i risultati raggiunti in questa edizione: 12.103 visitatori unici per un totale di 44.087 visualizzazioni nei 15 giorni dedicati ai festeggiamenti, di cui 13.121 il 2 Luglio! Numeri importanti, che aiutano a capire quanto sia cresciuta, negli ultimi anni, l’attenzione mediatica nei confronti di questa Festa, anche a livello nazionale! La benedizione impartita da S.E. Mons. Salvatore Ligorio a tutti gli organi di stampa ha connotato questo traguardo.

Personalmente, estendo i ringraziamenti ai miei più stretti collaboratori e alla redazione di TRM Network per la cordialità e la professionalità dimostrata. Peraltro, ci sono ancora tante idee da realizzare, come l’ampliamento dei servizi offerti da questo portale, che verrà presto arricchito dalla traduzione in lingua tedesca curata dalla giovane Sybille Becker.

L’augurio, perciò, è di ritrovarci ancora tutti qui, anche l’anno prossimo, per festeggiare Matera e la sua devozione a Maria. Ancora una volta. Evviva Maria, evviva Matera!

Michele Cancelliere

2 Luglio 2012: il Comune destina 60 mila euro

sinqFesta della Bruna, Adduce: per il 2 luglio sforzo comune di istituzioni e cittadini

 

Il sindaco di Matera, Salvatore Adduce, ha proposto che nel bilancio 2012 la Festa di Maria Santissima della Bruna venga sostenuta con un finanziamento di 60 mila euro con risorse comunali e non più con risorse derivanti da trasferimenti regionali come accaduto negli anni passati.

“Stiamo lavorando a mantenere in equilibrio il bilancio fra mille difficoltà in considerazione del taglio di trasferimenti da parte dello Stato che ammonta a oltre 5 milioni di euro. Si tratta di una enorme riduzione di risorse che impone grandi sacrifici e una consistente razionalizzazione della spesa pubblica nel tentativo di evitare un ulteriore aumento della pressione fiscale. Tuttavia è nostra intenzione mantenere inalterati i servizi essenziali alla persona anche in considerazione della difficile crisi economica che il Paese e, soprattutto, la nostra comunità sta attraversando. Una situazione che impone assoluto rigore per continuare a fronteggiare le difficoltà che tantissime famiglie vivono sul fronte dell’inclusione sociale, dell’inserimento lavorativo e, più in generale, del contrasto alla povertà”.

A tal proposito, nei prossimi giorni il Comune di Matera organizzerà un incontro pubblico per illustrare e condividere la manovra finanziaria spiegando nel dettaglio qual è la strategia che l’Amministrazione intende assumere per mantenere in equilibrio il bilancio nonostante il pesante taglio dei trasferimenti.

“Il consistente contributo economico al 2 luglio, pertanto – aggiunge il sindaco – rappresenta uno sforzo straordinario che deve essere da stimolo alle altre istituzioni, al sistema delle imprese, e a tutti i cittadini perché ciascuno, per quanto è nelle proprie possibilità contribuisca a fare in modo che la Madonna della Bruna sia festeggiata nel pieno rispetto della tradizione”.