Festa della Bruna 2015: il tema del Carro, novita’ e ritorno alla tradizione!

La Conferenza stampa del Comitato Esecutivo

immagine_MdBIl tema del Carro Trionfale della 626a edizione della Festa sara’: ”L’incontro di Gesù con la samaritana: icona e modello per l’evangelizzazione”. Lo ha annunciato il delegato arcivescovile e parroco della Chiesa Cattedrale Don VIncenzo Di Lecce. Proseguendo nella presentazione, e’ stata espressa la volonta’ di tornare a solcare il percorso degli antichi rioni Sassi durante la tradizionale processione dei Pastori nella mattina del 2 Luglio. Piu’ avanti, durante la conferenza, e’ stata proposta anche una novita’: la traslazione dell’immagine di Maria (che normalmente ha luogo nella tarda mattinata del giorno 2) potrebbe essere anticipata alla serata del giorno della Vigilia.

Nel corso della conferenza sono intervenuti anche il Prof. Emanuele Calculli, il quale ha presentato il libro ”La confraternita, il quadro e la Processione dei Pastori della Bruna nella festa del 2 luglio”; poi, l’intervento del presidente dell’Associazione Maria SS. della Bruna Vito Domenico Andrisani. Mimi’, dopo aver definito gli aspetti economici (23.000 euro il costo del manufatto e 3.000 euro di ammenda per lo stesso costruttore che si impegna a non partecipare allo sfascio del Carro) ha parlato delle criticita’ che si sono evidenziate nel corso dell’anno: difficolta’ sul reperimento di una sede per il Comitato e tempi troppo lunghi per il pagamento delle somme stanziate dagli enti pubblici. Per queste ragioni, lo stesso Mimi’, ha annunciato le sue dimissioni che presentera’ in serata a S.E. Mons. Salvatore Ligorio (che dovra’ valutarle e decidere se respingerle e lasciare la guida nelle mani del Dott. Andrisani o accettarle procedendo con la formazione di un nuovo Comitato esecutivo).

Come autore del portale festadellabruna.it mi auguro che, per quanto costruito insieme nelle ultime edizioni, il presidente resti al suo posto e, di concerto con i componenti del Consiglio di amministrazione, riesca a dare un nuovo slancio e ancora lustro alla nostra tradizione piu’ grande.

Matera, li 02.10.2014

Michele Cancelliere