Da oggi parliamo anche giapponese!

japanfestadellabruna.it parla anche giapponese!

Care lettrici e cari lettori, raccogliendo informazioni, materiale cartaceo, fotografico e audiovisivo, da mettere poi a completa disposizione dei visitatori del sito festadellabruna.it, ho notato quante siano le persone incuriosite, devote o in qualche modo legate alla tradizionale Festa della Bruna. La voglia di mantenere traccia degli eventi, dei riti, delle emozioni di coloro che partecipano e contribuiscono ogni anno a questa festa è tale, da spingermi ad ampliare, ancora una volta, i mezzi che questo sito ha per non deludere le aspettative dei numerosi utenti del sito internet.

Nell’anno appena trascorso dall’ultimo 2 Luglio, sono diventati davvero numerosi i visitatori che, anche dall’estero, approdano nel nodo della rete legato alla tradizione materana: abbiamo ricevuto oltre 500.000 visualizzazioni. Hanno parlato di noi, tra i tanti, la grande enciclopedia libera Wikipedia, i giornali come la Repubblica, il Corriere della Sera e il Guardian, il portale delle vacanze Trivago e persino il portale della compagnia aerea British Airways!

Ecco perché, con lo spirito di chi vuole ampliare il palcoscenico turistico della Città oltre che del proprio sito internet, proprio nell’anno in cui il Giappone ha vissuto le catastrofi del terremoto e dello tsunami prima, e della crisi nucleare dopo, ho voluto omaggiare il popolo del Sol Levante con la traduzione dell’intero portale, nella loro lingua. I giapponesi, da sempre attratti dal patrimonio artistico-culturale della Città dei Sassi, potranno d’ora in poi liberare la curiosità che li muove fin qui, tra le stradine dei Sassi, anche per conoscere, rivedere, raccontare e partecipare alla Festa dei Materani.

Dopo averla presentata a tutti gli italiani, abbiamo raccontato la festa in inglese, francese e spagnolo: da quest’anno festadellabruna.it racconterà il giorno più lungo dei materani anche in giapponese, mantenendo una cronaca fedele delle celebrazioni che Matera si appresta a vivere. Ci siamo anche quest’anno, con le foto, i video e la diretta, ancora una volta in modo gratuito e genuino. Ci siamo. Grazie.