Inaugurato il Parco Giovanni Paolo II

papaIntitolato al Papa Giovanni Paolo II l’area verde del Boschetto

 

E’ stata inaugurata nel pomeriggio di Sabato 22 Ottobre, l’imponente statua in marmo bianco di Papa Giovanni Paolo II, nel Parco a Lui intitolato, in ricordo della sua visita pastorale avvenuta nel 1991.

Dopo il discorso del Sindaco di Matera, Sen. Salvatore Adduce, tra le note della Banda Terre Lucane e gli applausi scroscianti di circa 300 persone, è stata scoperta la statua realizzata dal Laboratorio Artistici Marmi Apuani, dell’artista Carlo Andrei che, visibilmente emozionato, ha espresso la sua personale soddisfazione ed ha aggiunto alcuni dettagli tecnici sulla realizzazione dell’opera. Con un peso complessivo di quasi duemilacinquecento chilogrammi ed un’altezza di circa tre metri, la statua rende davvero importante la sua presenza nel parco (già Boschetto), quasi a voler affermare una volta di più l’importanza di quella visita e delle grandi parole rivolte dal Pontefice alla comunità materana, durante la visita del 27 Aprile 1991.

Dopo la benedizione impartita dall’Arcivescovo Salvatore Ligorio ed il vivo ringraziamento espresso nei confronti del Parroco della Cattedrale Don Vincenzo Di Lecce per il progetto e dell’Amministrazione Comunale per la realizzazione dell’opera, la piccola folla assiepata nel parco ha seguito un breve cammino verso la Chiesa di San Francesco d’Assisi, dove è stata celebrata la Santa Messa.

Ancora una volta “…viva Matera, viva Matera!”

Presentata la bozza del Carro Trionfale 2012

pres12Presentato il bozzetto del Carro Trionfale della Famiglia Daddiego

 

Nella sala Stemmi dell’Episcopio, questa mattina, è stato presentato il bozzetto del Carro Trionfale che porterà in trono la Madonna della Bruna il prossimo 2 Luglio.

In seguito all’indizione del concorso presentato nel mese di Dicembre, e dopo la proclamazione del vincitore avvenuta già da alcune settimane, è stato svelato oggi il dipinto realizzato dai componenti della Famiglia Daddiego che si è aggiudicata la realizzazione del manufatto di cartapesta e con cui collaboreranno anche gli altri due concorrenti: Pasquale Nicoletti e Andrea Sansone.

Il tema del Carro è “La Parola di Dio nella Vita e nella Missione della Chiesa: La Parabola del Seminatore”, un tema che ben si concilia con il tema del Progetto Pastorale triennale 2011-2014 “Dalla Trinità la Chiesa per l’uomo di oggi”.

In presenza di S.E. Mons. Salvatore Ligorio, del parroco della Cattedrale Don Vincenzo di Lecce, del presidente del Comitato dei festeggiamenti Francesco Loperfido, e delle più alte autorità civili e militari di Matera e provincia, è stato proprio uno dei componenti dei Daddiego, Carmine, a svelare il bozzetto, illustrarlo e spiegarne il significato. Un Carro nuovo, ricco e pieno di significati: nuovo perchè anche gli stampi di argilla da cui prendono forma poi le statue ed i fregi di rilievo sono nuovi, ricco perchè ci sono perfezionamenti anche nei particolari, pieno di significati perchè anche l’uso dei colori – “il giallo caldo come il grano della nostra terra” – non è stato casuale.

Riparte così la corsa verso il prossimo 2 Luglio: alla Famiglia Daddiego, agli organizzatori ed ai materani tutti va l’augurio più sincero, perchè si possa realizzare nuovo trono e festeggiare Maria SS.ma della Bruna, nel segno di una tradizione secolare sempre viva e sempre nuova!