Peregrinatio del Quadro dei Pastori

COMUNICATO STAMPA

Il Presidente dell’ Associazione Maria SS. della Bruna, Mimi Andrisani, unitamente al Comitato Esecutivo, al delegato Arcivescovile, don Vincenzo Di Lecce , alla confraternita dei Pastori della Bruna e all’Associazione dei Cavalieri, porta a conoscenza della cittadinanza che, nell’ambito dei festeggiamenti in onore di Maria SS. della Bruna- anno 2015, è stato programmato la “Peregrinatio” del Quadro dei Pastori, raffigurante la Madonna della Bruna, che regge il Bambino, in alcuni rioni della città.

I rioni interessati sono: Lanera, Villa Longo, Rione Italia, Serra Venerdì, Spine Bianche, Serra Rifusa, secondo il seguente programma:

  • 1-3 Maggio: Parrocchia di S. Antonio ( Lanera)
  • 4-10 Maggio: Parrocchia di San Paolo Apostolo (Villa Longo);
  • 11-17 Maggio: Parrocchia di San Giuseppe Artigiano ( Rione Italia);
  • 18-24 Maggio: Parrocchia Maria SS. dell’ Addolorata ( Serra Venerdì);
  • 25-31 Maggio: Parrocchia di San Pio X (Spine Bianche);
  • 1-7 Giugno: Parrocchia Maria Madre della Chiesa ( Serra Rifusa).

Sono previste funzioni religiose e processioni del Quadro per le vie dei rioni, secondo un programma dettagliato disponibile nelle singole Parrocchie.

Sono infine previsti momenti di animazione con gruppi folk e gruppi musicali itineranti per le vie dei rioni secondo il seguente calendario:

2 Maggio Gruppo folk “ Lycosa Tarantula “ di Tricarico

  • Ore 20,00 – Parrocchia S.Antonio da Padova Rione Lanera
  • Ore 18,30 – Piazza V. Veneto

9 Maggio Gruppo Euroband di Altamura;

  • Ore 20,00 Parrocchia S.Paolo Apostolo Rione Villa Longo

16 Maggio Gruppo Ragnatela Folk di Matera.

  • Ore 20,00 – Parrocchia San Giuseppe Artigiano

24 Maggio Gruppo Euroband di Altamura

  • Ore 20,00 Parrocchia Maria SS.Addolorata rione Serra Venerdì

30 Maggio Gruppo Euroband di Altamura.

  • Ore 20,00 Parrocchia S.Pio X Rione Spine Bianche

5 Giugno Gruppo Ragnatela Folk di Matera.

  • Ore 20,00 Parrocchia Maria Madre della Chiesa rione Serra Rifusa

La cittadinanza è invitata!

Matera 20 Aprile 2015

IL PRESIDENTE

Dott. Vito Domenico ANDRISANI

Giornate F.A.I. di Primavera 21 – 22 marzo 2015

In occasione della giornate FAI di Primavera che si terranno nel prossimo weekend (21 e 22 marzo) saranno aperti al pubblico numerosi luoghi culturali e artistici in tutta Italia per fan conoscere e per ammirare le bellezze che il nostro Paese possiede; a Matera, sono aperte al pubblico la Basilica Cattedrale, il Castello Tramontano, Casa Noha, Palazzo Lanfranchi ed è stata allestita, presso l’ex ospedale San Rocco, con la preziosa collaborazione del Presidente dott. V. Domenico Andrisani e di tutti i soci dell’Associazione Maria SS. della Bruna, una mostra intitolata: Architetture ritrovate su “Il Carro Trionfale della Madonna della Bruna” in cui sono esposti bozzetti originali dei Carri Trionfali di edizioni passate ed elaborati grafici di studenti ed ex studenti del Liceo Artistico “C. Levi” di Matera.

A tal proposito, la prof.ssa Rosalba Demetrio ha condotto numerose ricerche sulle origini del culto della Madonna della Bruna, che si riporta di seguito:

Le origini del culto della Madonna della Bruna, protettrice della città di Matera, sono antichissime e con ogni probabilità appartengono al X-XI secolo. Già esisteva, sembra, nel 1389 quando Papa Urbano VI -al secolo Bartolomeo Prignano, Arcivescovo di Matera e di Acerenza dal 1365 al 1377 – l’8 aprile deliberò l’istituzione della festa liturgica della Visitazione della Beata Vergine Maria, indicando come giorno il 2 Luglio, data peraltro carica di significati nel mondo ecclesiastico occidentale e orientate votato al culto mariano. Dunque il tema della Visitazione si coniuga al culto preesistente della Madonna, a Matera, e certamente la festa nelle sue più profonde radici mostra analogie con altri riti stagionali della mitologia folkloristica europea. È forse questa la ragione per cui ancora oggi l’intera città si riconosce in una festa che rivela un profondo significato, non solo storico, ma anche antropologico e culturale.

La festa della Bruna è espressione di un progetto popolare. In una società essenzialmente bipartita, come è stata in passato quella materana, la classe contadina coniugava eccezionalmente in questa occasione i propri interessi con quelli della Chiesa e dei grandi proprietari terrieri in una epifania di gioia collettiva. Per la società materana, fondamentalmente agraria, la festa della Bruna era alle origini, e fino a quando è stata una società agraria, il momento di arrivo di un’attesa rigeneratrice, una pausa nella continuità di un’esistenza votata al sacrificio della sopravvivenza, un rito che scandiva l’anno della comunità come le altre occasioni, religiose soprattutto, che interrompevano il corso del tempo vissuto secondo i cicli stagionali che scandivano i lavori nei campi.

La festa ripropone come memoria i valori più importanti della civiltà contadina che l’ha espressa. Cade nel periodo della mietitura, a luglio, e dunque la dimensione religiosa evidenzia un substrato antropologico di grande interesse: il ringraziamento per la buona annata con la richiesta della protezione e benedizione del raccolto, ma soprattutto l’augurio propiziatorio per l’anno a venire. Di fronte alla labilità del quotidiano la Madonna, entità divina ma insieme umana e percettibile, perché madre, si fa tramite della volontà del Cielo, di Dio, nel rapporto con gli uomini.

Storicamente potrebbe ricondursi al conte Giovan Carlo Tramontano l’origine della cavalcata militare che accompagna il carro della Madonna della Bruna, che il conte istituì come scorta d’onore – con i 33 canonici e l’arcivescovo in cappa magna, a cavallo – al carro divenuto trionfale nell’assetto esteriore sempre per sua volontà (sembrerebbe in memoria di una celebrazione della Vergine della Bruna cui aveva assistito a Napoli) o comunque a partire da allora, impreziosito fino alla fine del Seicento con elementi decorativi che gli conferirono sempre maggiore evidenza. La Madonna, infatti, di ritorno dal giubileo romano indetto nel 1500 da Papa Alessandro VI, fu accolta il 17 aprile dello stesso anno dal popolo di Napoli e dal vescovo, che la accompagnarono in trionfo nella cappella maggiore del Carmelo.

Secondo alcune ipotesi non del tutto verificabili, proprio in questo periodo la celebrazione della Bruna a Matera da momento religioso, vissuto in tono pacato di assoluta semplicità, avrebbe acquisito i tratti appariscenti ed esteriori che conserva ancora oggi, a partire dal carro che, semplice struttura lignea all’inizio, si arricchì di elementi decorativi ispàno-arabi, filtrati attraverso i motivi iconografici del Tardo-barocco e, in genere, dell’arte napoletana. Il carro, con la rappresentazione di temi del Vecchio e del Nuovo Testamento, diventava così l’oggetto simbolico centrale della festa della Bruna a Matera.

Il carro – strumento che quotidianamente alleviava il lavoro del contadino – enfatizzato nelle misure e in tutto l’assetto formale, si configura come momento emblematico della rappresentazione rituale, ospitando la “Donna sublime” che, vegliando sul contadino, sulla terra e sul raccolto, media il rapporto con Dio.

Testimonianza di una cultura materiale e di una sapienza costruttiva artigianale oggi rivalutate, esso nasce da secoli in uno spazio laboratoriale dove artisti (falegnami, pittori, decoratori) dal 1615 presero a riunirsi presso la Congregazione di Gesù Flagellato (Congregazione degli Artieri) lavorano per molti mesi, conservando e tramandando l’arte antica della cartapesta, per sfilare il 2 luglio. Viene allora esposto, dopo la processione religiosa, alla distruzione da parte di una folla di giovani che cercano di appropriarsi di elementi decorativi e figure da conservare nelle case. Non sempre, nei secoli, il carro è stato distrutto, ma le origini di questa manifestazione ormai si confondono tra mito e realtà.

La mostra dei Carri Trionfali, inaugurata il giorno 20 marzo alle ore 9.00 vede la presenza costante di giovani apprendisti ciceroni del F.A.I. di Basilicata che, nei vari siti storico-archeologici aperti, guidano i visitatori e forniscono informazioni.

Di seguito fotogallery della mostra.

2 Marzo 2015

L’Associazione Maria SS. della Bruna rende noto alla cittadinanza che, come ogni mese, anche il Due Marzo avrà luogo la “Festa della Bruna tutto l’anno” con un ricco programma di seguito specificato:

ore 18.30 – Celebrazione del Santo Rosario presso la Chiesa di San Francesco d’Assisi;

ore 19.00 – Celebrazione della Santa Messa;

Al termine seguirà un approfondimento culturale sulle Edicole votive mariane con il Coordinamento Artistico della prof.ssa Rosa Alba Demetrio.

Seguirà, alle ore 20.45 uno spettacolo musicale intitolato “CANZONI NAPOLETANE E… ALTRO” offerto dall’Associazione Lucania ArteTeatro con l’esibizione canora di studenti del Conservatorio “E.R. Duni” di Matera, con il coordinamento artistico del prof. Vincenzo Dimatteo.

La cittadinanza è invitata.

11004236_10205034947787121_1910441154_n

Programma giorno 2 Marzo presso Palazzo Lanfranchi

Locandina "Festa della Bruna tutto l'anno" 2 Marzo 2015

Locandina “Festa della Bruna tutto l’anno” 2 Marzo 2015

Svelato il bozzetto del Carro Trionfale ed. 2015

Bozzetto 2015

Bozzetto 2015

È stato presentato questa mattina nel Salone degli Stemmi dell’Episcopio il bozzetto vincitore. Gli elaborati pervenuti presso la sede della CNA e mostrati alla stampa sono stati quattro, di cui due erano in lizza per l’assegnazione del bando di concorso del Carro Trionfale vinto, come già annunciato nei giorni scorsi, dall’artista Andrea Sansone.

In presenza delle maggiori autorità religiose, civili e militari è stato presentato il bozzetto avente tema: l’Evangelizzazione. Dopo i saluti di S.E. Mons. Salvatore Ligorio e di Don Pierdomenico Di Candia, è stato spiegato da Don Vincenzo Di Lecce il tema del Carro Trionfale per la 626ima edizione della Festa della Bruna. La scena centrale è tratta dal racconto dell’Evangelista Giovanni che, nel cap. 4. narra “l’Incontro di Gesù con la samaritana – icona e modello di evangelizzazione”. Tanti i pannelli che decoreranno il prezioso manufatto in cui sono illustrati gli incontri di Gesù nel suo percorso di evangelizzazione: la Pentecoste, l’incontro con il giovane Zaccheo, l’incontro con il ricco, l’incontro con l’adutera.. fino all’immagine di Nicodemo sull’albero. Complessivamente sono trenta gli elaborati grafici presentati a corredo del bozzetto: quattordici sono posti nella parte inferiore del manufatto ed illustrano significativamente il tema, gli altri decorano la parte anteriore e posteriore della “catechesi in movimento”, come l’ha definita Andrea Sansone.

Dopo i saluti di rito delle maggiori cariche civili sono stati tolti i velli ai bozzetti dei giovani Marchitelli e D’Ercole (categoria non professionale) e degli artisti Michelangelo Pentasuglia e Andrea Sansone per la categoria professionale (di seguito l’immagine del bozzetto vincitore)!

Bozzetto 2015

Bozzetto 2015

 

Scelto l’artista per il Carro Trionfale del 2015

Andrea Sansone & Co.

Andrea Sansone & Co.

Il Presidente dell’Associazione Maria SS. della Bruna, Mimì Andrisani, il Delegato Arcivescovile, don Vincenzo di Lecce e il Presidente del CNA, Leonardo Montemurro

COMUNICANO

che, in data odierna, si è riunita la Commissione giudicatrice dei “bozzetti” pervenuti a seguito del bando di concorso del 13 Ottobre u.s.

Sarà Andrea Sansone l’artigiano che realizzerà il Carro Trionfale Anno 2015.

Questa la decisione scaturita al termine dei lavori della Commissione:

I Classificato per la categoria PROFESSIONALE: il bozzetto di Andrea Sansone

I Classificato per la categoria NON PROFESSIONALE: il bozzetto di Giancarlo D’Ercole

II Classificato per la categoria NON PROFESSIONALE: il bozzetto di Matto Pasquale Marchitelli

Il bozzetto,per la categoria PROFESSIONALE presentato da Michelangelo Pentasuglia è stato preliminarmente escluso per non aver, ai sensi dell’art. 8 del bando di concorso, superato il punteggio di 30 punti nella valutazione dell’aderenza del progetto al tema religioso. A conclusione dei lavori, la Commissione, all’unanimità, ha espresso apprezzamento per la qualità dei progetti complimentandosi con gli autori nella certezza che, nel futuro, non faranno mancare il proprio contributo della loro riconosciuta professionalità.

Tutti i bozzetti presentati alla stampa e alle Autorità, alla presenza di S.E. Mons. Salvatore LIGORIO, Arcivescovo di Matera-Irsina, il giorno 3 Gennaio 2015, alle ore 10.00 nel salone degli Stemmi del Palazzo Arcivescovile – Piazza Duomo e saranno esposti alla cittadinanza nella sede operativa dell’Associazione, in via del Corso 108 a partire dalle ore 18.00 del 3 Gennaio 2015

Pubblicato il Bando: Poeti in Festa

Poeti in Festa

Poeti in Festa

Con lo scopo di rafforzare il senso di appartenenza al proprio territorio e alle proprie espressioni culturali, e di incrementare e tramandare il patrimonio storico-religioso, attraverso la valorizzazione delle energie creative delle nuove generazioni, l’Associazione Maria SS. della Bruna, promuove la IIª edizione del concorso letterario Poeti in “Festa”.

Il concorso, a partecipazione gratuita, è a tema ed è riferito ai valori ed alle emozioni legate alla Festa del 2 Luglio, al modo in cui i bambini vivono questo evento e agli aspetti salienti che catturano ed ispirano la loro fantasia e la loro immaginazione

Il BANDO può essere letto qui e, in appendice, trovate la SCHEDA DI AUTORIZZAZIONE per la partecipazione al Concorso.

Festa della Bruna 2015: il tema del Carro, novita’ e ritorno alla tradizione!

La Conferenza stampa del Comitato Esecutivo

immagine_MdBIl tema del Carro Trionfale della 626a edizione della Festa sara’: ”L’incontro di Gesù con la samaritana: icona e modello per l’evangelizzazione”. Lo ha annunciato il delegato arcivescovile e parroco della Chiesa Cattedrale Don VIncenzo Di Lecce. Proseguendo nella presentazione, e’ stata espressa la volonta’ di tornare a solcare il percorso degli antichi rioni Sassi durante la tradizionale processione dei Pastori nella mattina del 2 Luglio. Piu’ avanti, durante la conferenza, e’ stata proposta anche una novita’: la traslazione dell’immagine di Maria (che normalmente ha luogo nella tarda mattinata del giorno 2) potrebbe essere anticipata alla serata del giorno della Vigilia.

Nel corso della conferenza sono intervenuti anche il Prof. Emanuele Calculli, il quale ha presentato il libro ”La confraternita, il quadro e la Processione dei Pastori della Bruna nella festa del 2 luglio”; poi, l’intervento del presidente dell’Associazione Maria SS. della Bruna Vito Domenico Andrisani. Mimi’, dopo aver definito gli aspetti economici (23.000 euro il costo del manufatto e 3.000 euro di ammenda per lo stesso costruttore che si impegna a non partecipare allo sfascio del Carro) ha parlato delle criticita’ che si sono evidenziate nel corso dell’anno: difficolta’ sul reperimento di una sede per il Comitato e tempi troppo lunghi per il pagamento delle somme stanziate dagli enti pubblici. Per queste ragioni, lo stesso Mimi’, ha annunciato le sue dimissioni che presentera’ in serata a S.E. Mons. Salvatore Ligorio (che dovra’ valutarle e decidere se respingerle e lasciare la guida nelle mani del Dott. Andrisani o accettarle procedendo con la formazione di un nuovo Comitato esecutivo).

Come autore del portale festadellabruna.it mi auguro che, per quanto costruito insieme nelle ultime edizioni, il presidente resti al suo posto e, di concerto con i componenti del Consiglio di amministrazione, riesca a dare un nuovo slancio e ancora lustro alla nostra tradizione piu’ grande.

Matera, li 02.10.2014

Michele Cancelliere

Bando di Concorso per il Carro ed. 2015

Bando di Concorso

bando2014CNA e Ass. Maria SS. della Bruna

Il Presidente dell’Associazione Maria S.S. della Bruna, Mimì Andrisani, COMUNICA che, a datare dal 15 c.m., sul sito dell’Associazione Maria SS. della Bruna www.festadellabruna.it sarà pubblicato il bando di concorso pubblico per la costruzione del Carro Trionfale edizione 2015, unitamente alla scheda tecnica relativa al tema religioso.

Il Presidente precisa che gli interessati potranno chiedere informazioni e/o chiarimenti, nonchè ritirare copia del bando, della scheda tecnica, dello schema del contratto di affidamento e lo schema dello “scheletro” del Carro presso la CNA sita in Matera – Via Benedetto Croce n.21 o presso la sede operativa dell’Associazione – piazza Vittorio Veneto (Palazzo dell’Annunziata).

Il Presidente del Comitato

Domenico Andrisani

Questo il link per la lettura integrale: BANDO

Questo il link per la scheda tecnica: SCHEDA